Archivio mensile:marzo 2016

Si fa presto a dire Donna

Sono una capra a scrivere i miei pensieri, ad aprirmi in modo esplicito. “Aprirmi” in senso figurato, non capite male! Mi risulta più facile esprimere la mia visione attraverso il commento a un film, a volte si estrapola semplicemente osservando il tipo di film consigliato. Però la ragazza che tempo fa scrisse la recensione per questo blog su l’Amleto di Filippo Timi ha deciso di aprirne uno suo esordendo con questo articolo. Mi piace, quindi lo diffondo. Le motivazioni di questo off topic risiedono tutte nell’ultima frase. Buona lettura.

Per non dormire

Mi sveglio questa mattina, la data è inequivocabile. E anche non lo fosse, la mia bacheca di facebook che si riempie di mimose e di frasi una uguale all’altra non lascia spazio ad alcun dubbio: 8 marzo, la famosissima, e temutissima, festa delle donne. Leggo un serie di ovvietà che non fanno altro che convincermi che la strada per la parità di genere è ancora lunga; mi ritornano in mente centinaia di conversazioni, osservazioni, riflessioni, frasi, lette, dette o sentite in decine di contesti diversi, e provo a fare un po’ di ordine in questo groviglio di pensieri che mi affollano la testa, mettendole nero su bianco.

Potrei snocciolare numeri e dati, proporre una riflessione sugli stessi, servirmi delle statistiche per parlare di quanto ancora ci sia da fare, ma non credo che ci sia davvero bisogno di sapere che solo il 46,1 % delle donne, in Italia, lavora, valore…

View original post 772 altre parole

Shine

la-locandina-di-shine-9562TV2000 ore 21:00

 

Titolo originaleShine

Paese/Anno: Australia 1996

Genere: Biografico

Regia: Scott Hicks

Sceneggiatura: Jan Sardi

Fotografia: Geoffrey Simpson

Attori: Geoffrey Rush, Armin Mueller-Stahl, John Gielgud

Commento: La storia (a tratti romanzata) del pianista David Helfgott, interpretato in maniera magistrale dal buon Geoffrey Rush. Al di là della splendida colonna sonora e della regia pulita, ciò che colpisce è: 1. l’importanza dei personaggi secondari e quindi l’importanza che assume chi prende parte al nostro viaggio, anche (o forse soprattutto) chi sembra ostacolarci 2. l’aver evitato il più possibile il facile dualismo “genio-instabilità mentale”, ma piuttosto cercare di rendere i due attributi come separati, per quanto possibile dato che risiedono nel medesimo animo umano, e quindi come caratteri che viaggiano in parallelo ma nella stessa direzione e che si portano dietro gli aspetti positivi e negativi che li contraddistinguono. Un film ormai dimenticato, ma che all’epoca riscosse un importante successo. Una meteora nella filmografia di Scott Hicks.

Contrassegnato da tag , , , ,

The Ward – Il reparto

Manifesto_TheWardMTV8 ore 21:10

 

Titolo originaleThe Ward

Paese/Anno: USA 2010

Genere: Horror

Regia: John Carpenter

Sceneggiatura: Michael Rasmussen, Shawn Rasmussen

Fotografia: Yaron Orbach

Attori: Amber Heard, Jared Harris, Danielle Panabaker

Commento: Prima o poi un commento sulla filmografia di Carpenter la scriverò, non so quando. ma lo farò. Perché non si può parlare di un suo qualunque film senza inquadrarlo nell’evoluzione della sua poetica e nel contesto personale e storico in cui l’opera ha preso vita. Quando, parallelamente, un regista molto più incapace dava forma (se così possiamo chiamarla) al gemello più brutto e scemo di The Ward (Suckerpunch), Carpenter metteva in scena un film contro quel modo di fare cinema iper-cinetico, pomposo, patinato, schizofrenico senza volerlo essere, ricco di effettoni al computer e povero di profondità sia narrative che visive. In The Ward la mano del regista torna in primo piano, il cinema torna in primo piano. Un cinema che coinvolge tutti i cinque sensi in modo bilanciato e in cui sono i silenzi a indicare la direzione, non le parole (che tra l’altro occupano in tutto forse 4 righe di sceneggiatura). A nove anni dall’ultimo, ingiustamente criticato, Fantasmi da Marte, firma quello che sembrava un nuovo inizio e che invece, per ora a sei anni di distanza, non ha trovato seguito cinematografico. Attendo (mica tanto) fiducioso.

Contrassegnato da tag , , , ,
Una vita da cinefilo

Film e serie tv, al cinema o in streaming

E adesso parliamo di cinema

Liberi pensieri cinematografici

Críticas de Cine y TV

Cinéfila empedernida leyendo la serie perfecta.

Percorsi diversi

In un mondo di persone normali solo i Mostri ci salveranno

La rivista eterea

In un clic, Economia, Arte, Costume e Società a Bergamo e molto altro... by Maryline JM-W

La L◯ggia Nera

{my.favorite.movies.of.all.time}

ciaksirutta.wordpress.com/

Cazzate dal mondo del cinema

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: