Archivi tag: John Carpenter

The Ward – Il reparto

Manifesto_TheWardMTV8 ore 21:10

 

Titolo originaleThe Ward

Paese/Anno: USA 2010

Genere: Horror

Regia: John Carpenter

Sceneggiatura: Michael Rasmussen, Shawn Rasmussen

Fotografia: Yaron Orbach

Attori: Amber Heard, Jared Harris, Danielle Panabaker

Commento: Prima o poi un commento sulla filmografia di Carpenter la scriverò, non so quando. ma lo farò. Perché non si può parlare di un suo qualunque film senza inquadrarlo nell’evoluzione della sua poetica e nel contesto personale e storico in cui l’opera ha preso vita. Quando, parallelamente, un regista molto più incapace dava forma (se così possiamo chiamarla) al gemello più brutto e scemo di The Ward (Suckerpunch), Carpenter metteva in scena un film contro quel modo di fare cinema iper-cinetico, pomposo, patinato, schizofrenico senza volerlo essere, ricco di effettoni al computer e povero di profondità sia narrative che visive. In The Ward la mano del regista torna in primo piano, il cinema torna in primo piano. Un cinema che coinvolge tutti i cinque sensi in modo bilanciato e in cui sono i silenzi a indicare la direzione, non le parole (che tra l’altro occupano in tutto forse 4 righe di sceneggiatura). A nove anni dall’ultimo, ingiustamente criticato, Fantasmi da Marte, firma quello che sembrava un nuovo inizio e che invece, per ora a sei anni di distanza, non ha trovato seguito cinematografico. Attendo (mica tanto) fiducioso.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

La Cosa

ITALIA2 (canale 35) ore 21:10

Parlare di un film del genere è molto difficile, perché si è detto e scritto talmente tanto che ogni parola rischia di entrare nella sfera del superfluo o del “già sentito”. Come sempre il consiglio principe è quello di recuperare ciò che potete della grande quantità di materiale reperibile sul web e non solo, perché ne vale davvero la pena.

Un gruppo di scienziati in Antartide e una sostanza extraterrestre parassita che prende le sembianze delle persone che infetta sono la base di partenza per mettere in luce due temi chiave: la critica della società e la critica dell’individuo. Se inizialmente ad essere percepito come nemico è l’alieno, perché tendiamo a riconoscerci nei nostri simili e ci immaginiamo al loro posto, man mano che si va avanti con la visione ci si rende conto che in realtà è l’uomo stesso il nemico della propria specie. Non a caso l’essere proveniente da un altro mondo è chiamato attraverso il termine generico “La Cosa“, in quanto può essere qualsiasi cosa, qualsiasi elemento esterno che metta in discussione le false certezze sulle quali abbiamo costruito il nostro mondo idilliaco. Ed infatti la caccia all’alieno si trasforma ben presto in una caccia all’uomo, il bene e il male si confondono e l’ambiguità prende il sopravvento: entrambe le specie si rendono protagoniste di atrocità, ma mentre La Cosa lo fa per mancanza di alternativa e per puro spirito di sopravvivenza, l’uomo è spinto solo dall’odio e dalla cultura del sospetto, e anche quando potrebbe avere un’altra opzione, la scelta finisce sempre col preferire l’individualismo sul collettivo, l’egoismo sulla solidarietà.

Carpenter è la dimostrazione di come si possa usare l’intrattenimento come mezzo per portare avanti una poetica d’autore senza spocchia né ammiccamenti, perché sa come usare il genere: non cerca mai lo shock fine a se stesso né usa inutili virtuosismi (guarda caso caratteristiche peculiari del 90% degli horror odierni); i momenti action sono sporadici, quelli splatter indimenticabili e non si mangiano il film, ma lo portano a un livello di completezza esemplare (grazie anche al grande Rob Bottin che ne ha curato gli effetti). Un film compiuto in ogni sua parte: ogni inquadratura è un’opera d’arte, ogni interpretazione da manuale, ogni scena da ricordare, fino a un finale che vale una monografia.

Contrassegnato da tag , , , ,
Annunci
Una vita da cinefilo

Articoli, rubriche e recensioni a cura di Alessio Trerotoli

Ne ho viste cose...

Liberi pensieri cinematografici

Críticas de Cine y TV

Cinéfila empedernida leyendo la serie perfecta.

Percorsi diversi

In un mondo di persone normali solo i Mostri ci salveranno

La rivista eterea

In un clic, Economia, Arte, Costume e Società a Bergamo e molto altro... by Maryline JM-W

La L◯ggia Nera

{my.favorite.movies.of.all.time}

ciaksirutta.wordpress.com/

Cazzate dal mondo del cinema

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: